BRYOZOA (Briozoi)


REGNO:  Animale

ETA' GEOLOGICA
:  Cambriano - Recenti
Comparsi con una buona varietÓ di specie fin dal Cambriano, presentano due periodi di acme, il primo iniziato nell'Ordoviciano con la comparsa di numerosi ordini fino al Carbonifero e il secondo nel Giurassico - Cretaceo. La diversificazione continua durante tutto il Terziario e continua ai tempi odierni.

ATTUALI DISCENDENTI
: briozoi attuali

DESCRIZIONE:  i singoli animali sono protetti da uno zooide, involucro allungato a doppia parete di tipo calcareo o chitinoso che formano lo scheletro. 
Le colonie assumono forme molto variegate, da massicce a molto esili, erette o piane.
Le parti molli che ricordano vagamente i polipi dei coralli presentano muscoli retrattori che permettono all'animale di rientrare nello zooide in caso di necessitÓ. La bocca Ŕ provvista di lofoforo, organo costituito da tentacoli.
Il tratto digestivo Ŕ ricurvo ad U, con ano vicino alla bocca nella parte superiore e stomaco e intestino in quella inferiore.
Animali ermafroditi. Si riproducono soprattutto per gemmazione. All'interno della colonia si ritrovano individui modificati per svolgere funzioni differenti.

DIMENSIONI:  animali piccoli di dimensioni circa 1 mm di diametro fino a 5 mm di lunghezza. Animali coloniali formano colonie di varie forme e dimensioni di 1000 o pi¨ individui. Non mancano tuttavia colonie formate da milioni di individui che arrivano ad una lunghezza di oltre un metro in altezza e larghezza.

ECOLOGIA:  sono animali quasi esclusivamente marini. Si ritrovano soprattutto diffusi in zone litoranee su substrati rocciosi, acque in movimento o calme e ben ossigenate. Le colonie formano delicate incrostazioni su conchiglie e rocce di sostegno.
Si nutrono di organismi microscopici come piccole alghe e protozoi in sospensione nell'acqua.
Molto frequenti alla profonditÓ di 10 - 500 metri si ritrovano tuttavia anche oltre i 6000 metri. La grande distribuzione geografica e plasticitÓ ecologica (sia in climi tropicali sia freddi) hanno facilitato la loro diffusione e l'importanza come fossili per le correlazioni stratigrafiche.

LOCALITA' DI RITROVAMENTO
:  barriere coralline fossili, sedimenti marini, scogliere. Principalmente in sedimenti carbonatici o arenacei poco consistenti. Sono stati rinvenuti fossili in localitÓ sparse in tutto il mondo.

Individuo

Individuo con  in evidenza il lofoforo

Colonia

Colonia

Scheletro

Particolare dello scheletro

Colonia

Particolare di una colonia

Briozoo fossile

Briozoo fossile



Torna alle schede dei Fossili